HD 189733 – 20080706

Seconda curva di luce di fila di questo sistema.

Questa volta è stato utilizzato un defocus apprezzabilmente maggiore con il conseguente aumento del tempo di esposizione a 200 sec. per frame. Sono stati ripresi 38 frame prima che le barriere naturali (ovvero, una balconata nella linea in prospettiva) mi costringessero a terminare anzitempo le riprese. In tal senso è un vero peccato: non sono riuscito a riprendere alcun plateau esterno al fenomeno di transito.
Pose, quindi, di 200 sec in filtro R, calibrate con bias, dark, flat-filed e dark-flat. Defocus a circa ~32″.
Apprezzabilissimo il miglioramento qualitativo rispetto alla precedente osservazione: nonostante una minore quantità di punti, la precisione raggiunta è apprezzabilmente maggiore.

La strumentazione è : OTA C9.25″ +GP-dx + SSK2000PC + ST7-XME
Location: Acitrezza (Catania)

Ed ecco la stessa curva di luce cui è stato aggiunto, da Mauro Barbieri, il modello più prossimo applicato ai dati con i valori di letteratura. L’errore tipico sulle misure si aggira sui 2.5 mmag.

Da questo fit si ricavano numerosi parametri interessanti (anche nell’ottica di un confronto con quanto già ottenuto in ambito professionale):

Rapporto dei raggi (pianeta/stella) = 0.152 +/- 0.005
Fase orbitale di ingresso = -0.015 +/- 0.001
Inclinazione del pianeta = 86.7 +/- 1.3 gradi
Tempo centro transito = 2454654.370 +/- 0.004 JD

E di seguito ecco i dati estrapolati da Bruce Gary (AXA)
Centro transito HJD: 2454654.3746 +/- 0.0007
Profondità transito: 24.70 +/- 2.70 mmag
Durata: 1.65 +/- 0.03 hr

I risultati sono confidenti con quanto già presente in letteratura e questo con una sola osservazione, corredata da soli 38 punti! E’ chiaro che defocus paga.

Pubblicato in Exoplanets.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.