GJ 436b – 16-02-2008

Dopo la riduzione, ecco la curva (la prima completa di un transito di esopianeta) di GJ 436b. Il calo di luminosità, di appena qualche centesimo di magnitudine, è visibile tra 2454513.42 e 2454513.48. Apparentemente sembra avere rispettato i tempi, che erano previsti tra le 22.02 e le 23.04 TU secondo le effemeridi. Sono state utilizzate quattro stelle di confronto, tutte comodamente presenti nel campo. La stella, con filtro R, appariva di magnitudine 9.7. Il periodo di rivoluzione del pianeta transitante è calcolato in 2.644 giorni.

Su questo particolare sistema planetario è in atto una discussione sulla possibile presenza di un ulteriore corpo che starebbe disturbando (anche in maniera piuttosto vistosa) in modo da modificare di una decina di minuti gli istanti dei contatti. Queste osservazioni potranno essere utili per la determinazione di questo eventuale disturbo.

Ecco i dati estrapolati da Bruce Gary (AXA)
Centro transito HJD: 2454513.4413 +/- 0.001
Profondità transito: 9.9 +/- 1.0 mmag
Durata: 0.81 +/- 0.05 hr

Strumentazione: Telescopio3 del progetto Skylive-Gac-Uai. 16″ f/5.6 – CCD ST10-XME filtro R. Pose di 90 sec.

Location: Pedara (Etna) – Catania (Italy)

Pubblicato in Exoplanets.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.